L'ex cinema erotico diventa il club più sofisticato di Madrid

Plantea Estudio trasforma un vecchio cinema a luci rosse della capitale spagnola in Sala Equis, uno spazio multifuzionale, tra cinema d’essai e musica live, senza perdere di fascino e voluttuosità

image
Alicia Macias

Uno spazio multifunzionale dedicato alle proiezioni, alla cultura e all’intrattenimento. Questo è il biglietto da visita di Sala Equis, situato in un edificio storico del centro di Madrid, che un tempo ospitava un cinema erotico, il Duque de Alba.

Grazie all’intervento dello studio Plantea Estudio e al patrocinio della La Cultural Contemporanèa, ente promotore di eventi culturali, l’area ha assunto una nuova connotazione, trascendendo la sua funzione primaria di cinema per includere molte altre attività, tra cui live music, spettacoli circensi, presentazioni, conferenze, mostre, senza trascurare le aree di ristoro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Alicia Macias

Ubicata accanto a El Imparcial, noto ristorante madrileno, lo spazio è stato soggetto a svariate trasformazioni: dove sorgeva un anfiteatro per 300 persone e l’ingresso mediante un passaggio sotto al ristorante, oggi vi sono quattro zone differenti.

La galleria è diventata uno spazio multitasking illuminato a giorno dall’ampio lucernario sul tetto.

Sullo schermo, allo stesso posto dell’originale, la proiezione di film d’essai e grandi classici è continua, ma durante la settimana sono molte altre le attività, soprattutto musica dal vivo.

Sotto lo schermo vi è il bar con annessa cucina, mentre il pubblico siede sulle tribune di compensato, con i posti fissi dai cuscini morbidi, ma anche sulle sedie sdraio in tela con struttura in essenza di pino o su piccole altalene. Il tutto disposto come se fosse una piazza pubblica.

Il vecchio anfiteatro oggi è un locale cinema per 64 persone, avvolto nel velluto scuro e dotato dei migliori sistemi acustici e di proiezione.

Alicia Macias

Plantea Estudio ha progettato gli ambienti spaziando dalla spontaneità della piazza e della galleria, in cui materiali industriali si sposano alle pareti spoglie della vecchia struttura, alla sofisticatezza della sala cinema, avvolta nel velluto e dalle luci rosse che tingono atmosfera e pubblico.

Piante e verde contribuiscono al “tocco outdoor” in piazza, mentre i cartelli stradali, alla maniera dei vecchi cinema americani, conferiscono uno spunto vintage al concept.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Fine primario del progetto era di arricchire lo spazio disponibile di materiali e arredi contemporanei, pur nel rispetto della struttura esistente. Un obiettivo decisamente raggiunto.

Alicia Macias
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Travel