Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo

Fiorucci è tornato!

La coppia Janie e Stephen Schaffer ci racconta il rilancio del brand con lo store di Londra

Foto: Marco Minzoni Styling: Francesca Martinetti

A fare capolino nel quartiere di Soho è arrivato un negozio che ha tutta l'aria di essere lì per restare per molto tempo. Si tratta di Fiorucci, che in occasione della London Fashion Week ha aperto le sue porte per la prima volta.

Il progetto, realizzato dallo studio di design Brinkworth – conosciuto per le passate collaborazioni con brand del calibro di Rapha, Supreme e Sonos – si trova all'interno di un palazzo di quasi 500 metri quadri all’angolo tra Brewer Street e Great Windmill Street, un tempo sede di una fabbrica di cioccolato vittoriana.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il negozio si sviluppa su due piani – piano terra e primo piano - nel piano interrato invece, si trovano lo showroom e l’ufficio stampa.

Foto: Marco Minzoni

Per l'occasione abbiamo incontrato Janie e Stephen Schaffer, che dal 2015 hanno acquisito il marchio fondato da Elio Fiorucci con l'obiettivo di riportarlo in vita tenendo fede al sogno del fondatore, di creare un luogo di attrazione per la comunità creativa locale, proprio come fece lui nel 1967 con i flagship store di Milano, Londra e New York.

Mettiamo caso che un passante si ritrovi di fronte alla vostra boutique e decida di entrare. Cosa si deve aspettare?
Due piani da scoprire, dentro uno spazio in costante movimento. Con una customization area che è un vero paradiso per chi desidera avere dei jeans su misura e personalizzati, ricamati, decorati e con le serigrafie delle grafiche degli archivi Fiorucci. Nei momenti di attesa, ci si puo' rilassare da Fioruccino, il bar al piano terra gestito da Palm Vaults – iconico caffè di Hackney.
Al primo piano invece, ci sono arredi su misura, un letto girevole e altre collezioni da scoprire, in un ambiente più caldo e accogliente, come un paradiso segreto in cui sentirsi a casa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come pensate reagisca la comunità locale?
Il primo approccio è già stato ottimo. Il locale è sempre pieno e ha aperto solo da sette giorni. Nella lounge al primo piano ogni settimana ci saranno eventi di musica, moda, lezioni di yoga, per far conoscere la filosofia del brand e regalare un'esperienza memorabile alle persone che ci vengono a trovare.

Foto: Marco Minzoni
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Cosa vorreste ottenere?
Vorremmo che le persone pensassero che Fiorucci non se ne è mai andato da Londra, ma è sempre stato lì. Per questo abbiamo optato per una boutique dallo stile un po' underground, un po' vintage, ottenuto conservando alcuni elementi del luogo, senza rinnovare tutto. Come vedi, oltre agli elementi high-tech, alle luci ai led e agli espositori mobili, qua e là ci sono dei muri non dipinti, e il parquet è rimasto lo stesso che c'era prima che aprissimo il negozio.

Il lancio è avvenuto una settimana fa. Qual è stato il momento più emozionante?
Quando la moglie, la figlia e la nipote di Elio Fiorucci sono venute a vedere il negozio e si sono commosse.

Foto: Marco Minzoni

L'idea è ambiziosa e la zona certamente si presta allo scopo. Ma guardando al Regno Unito oggi, la situazione politica forse non fa pensare a un buon momento per investire in città. Voi pero' non vi siete fatti scoraggiare dalla Brexit. Come mai?
In realtà abbiamo pensato proprio di sfruttare il caos del momento per spostare l'attenzione delle persone su qualcosa di diverso, di piacevole, di divertente...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Progetti per il futuro?
Una linea di prodotti regalo e home design tra cui teli, candele e complementi d’arredo è in arrivo. L'idea ci è venuta dopo aver ricevuto decine di richieste da parte dei nostri clienti, che volevano acquistare i nostri cuscini o le nostre luci al neon. Così, abbiamo pensato “perché non venderle”?

Foto: Marco Minzoni

A proposito di oggetti: nel negozio c'è anche il famoso libro che celebra i 50 anni del brand...
Sì, un volume meraviglioso di 192 pagine che fanno da tributo al brand fondato da Elio Fiorucci. All'interno ci sono fotografie, poster e grafiche d’archivio, di tutti coloro che hanno varcato la porta del negozio di Fiorucci a New York, sulla East 59th Street, durante il periodo d’oro degli anni ’70 e ’80. A renderlo speciale, c'è anche una serie di interviste realizzate da David Owen a sei grandi icone della moda: Marc Jacobs, Douglas Coupland, Maripol, David Dewaele, Terry Jones e Oliviero Toscani, che raccontano una serie di aneddoti su Elio Fiorucci.

Foto: Marco Minzoni

Il negozio sarà aperto da lunedì a sabato, dalle 10:00 alle 20:00 e la domenica dalle 10:00 alle 18:00. Il caffè Fioruccino sarà aperto da lunedì a sabato dalle 7:45 alle 20:00.

In apertura: JANIE E STEPHEN SCHAFFER, CEO DI FIORUCCI

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da People
www.dxtranss.com.ua/gruzoperevozki-kiev/gruzoperevozki-po-kievu/

Наш нужный web-сайт , он рассказывает про альтернативные источники энергии https://alt-energy.in.ua
Был найден мной полезный сайт со статьями про https://el-smoke.club.