ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra , che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra , inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Mjuzieek

News

di Redazione Elledecor.it

Il diario quotidiano di Elledecor.it tenuto dalla redazione. Per scoprire anteprime, protagonisti e tendenze del mondo del design, del progetto e degli interni. Un appuntamento fisso per essere aggiornati sulle ultime novità in fatto di arredi e interior design, un'occasione unica per fotografare in tempo reale quanto succede intorno alla parola casa e alle sue nuove declinazioni.

12 Febbraio 2018

Questi 3 negozi di Kengo Kuma in centro a Milano sono la scusa giusta per fare shopping

Partendo dall'allestimento appena inaugurato da Valextra, itinerario (a piedi) alla scoperta del modo di fare architettura del maestro giapponese

negozi-kengo-kuma-milano-valextra-kiko-camper
© Valextra

Il sabato pomeriggio in centro a Milano significa andare per negozi, ma adesso potete aggiungere una scusa culturale al vostro shopping: quella di vedere negozi bellissimi progettati da grandi nomi dell’architettura.

L’ultimo in ordine cronologico è il nuovo allestimento di Kengo Kuma per Valextra, che trasforma la boutique di via Manzoni 3 (a pochi passi dalla Scala) in The Forest: 136 doghe di legno inserite verticalmente nello spazio, ricreando un ambiente astratto e allo stesso tempo saldamente radicato nella natura, senza rinunciare a quell’atmosfera onirica e total white che ci aveva sorpreso durante l’allestimento precedente firmato Snarkitecture (tra le tante partership del brand col mondo del design emergono anche nomi come Martino Gamper, Peter Saville, David Adjaye, Philippe Malouin, Neri&Hu, Aranda Lash, Bethan Laura Wood e Michael Anastassiades).

© Valextra

L'architetto ha scelto materiali che si ritrovano frequentemente in tutta la sua opera, come il legno di cedro del Libano e il marmo di Arzo, estratto da una grotta in uso dal 1300 e ampiamente utilizzato per costruire cattedrali gotiche. I tocchi finali sono realizzati con tessuti Kvadrat a contrasto: il bouclè rosa che riveste i tre divani che arricchiscono e completano il panorama del negozio: una versione raffinata e contemporanea di ciò che potremmo incontrare durante una passeggiata nella natura. "Voglio portare, o meglio ancora, ricreare la Natura nel cuore della città: con i suoi elementi più difficili da replicare, semplicità e perfezione." dice Kuma per spiegare il concept dell'allestimento.

© Valextra

Avete voglia di approfondire il lavoro dell’architetto giapponese? Non serve andare lontano: bastano pochi passi per scoprire almeno altri due negozi firmati da Kengo Kuma a Milano: in corso Vittorio Emanuele II, al numero 10 c’è KIKOiD, 200 metri quadri di purezza total white dedicati alla bellezza, ad alto tasso di tecnologia (in realtà Kuma è anche autore del concept di almeno altri 13 punti vendita Kiko, situati in grandi città come Madrid, Dubai, Bruxelles e Mosca, ma anche nel negozio di Oriocenter a Bergamo).

Chiudiamo questo giro milanese alla scoperta del negozio secondo Kuma con Camper, brand spagnolo che ha affidato all’architetto giapponese la progettazione del suo punto vendita di via Montenapoleone. Come nel caso di Valextra, il protagonista qui è il legno, o meglio il compensato grezzo, che riveste le pareti e disegna una griglia quadrata di scaffali resa dinamica dalla sottrazione di alcune sezioni.

Tre negozi molto diversi tra loro per target, tipologia e immagine, eppure guidati da un sottile fil rouge di discrezione, eleganza, semplicità e armonia, elementi alla base del lavoro di Kengo Kuma. Come solo un grande architetto sa fare.


di Carla Amarillis / 12 Febbraio 2018

CORNER

Elle Decor collection

[Architettura]

Milano Arch Week 2018

Tutti gli eventi più interessanti del festival d'architettura

architettura, milano, milano arch week 2018

[Design]

Il peso della Corona

Viaggio tra le corone della regina Elisabetta II

Lifestyle

[Architettura]

Tutte le case della Regina

Elisabetta II ha una casa per ogni occasione... o quasi

costume

[Architettura]

Concerti per architetti

In giro per l'Europa alla scoperta di allestimenti scenografici

Travel

[Architettura]

L'hotel di Foster a Hong Kong

Una nuova idea di grand hotel in un palazzo modernista

Travel

[Case]

Angolo lettura con oblò

Gli interni di una casa di Roma firmati da Studio Strato

Restyling

[Architettura]

La nuova Royal Academy of Arts

Completato il grande progetto di restyling di David Chipperfield

Edifici Pubblici

[Speciale New York]

Gucci a New York

La casa di moda apre un nuovo spazio al 63 di Wooster Street

Travel

[People]

La carriera stellare di Lee Broom

Incontro con il designer inglese, tra Milano e New York

Interviste

©2018 mjuzieek.info - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. | Milano, 6, Zero, MILANO – ITALY

| | |