7 NOMI DI DESIGNER BELGI DA IMPARARE A PRONUNCIARE ENTRO IL SALONE DEL MOBILE

La piattaforma belga alla design week meneghina non è solo rappresentata da designer noti come Gilles e Lust, ma che da giovani talenti riuniti in un collettivo al Satellite

image
Courtesy Photo

Decisamente ben distribuiti i designer belgi che parteciperanno al Salone del Mobile 2018.

I nomi più importanti veterani del calibro di Alian Gilles e Xavier Lust si faranno facilmente trovare per i loro lavori presso marchi celebri come Buzzi e Bonaldo per il primo e MDF Italia e Nilufar Depot il secondo mentre i giovani talenti prescelti dalle organizzazioni regionali fiamminga, vallona e brussellese presentano il loro meglio nella cornice del SaloneSatellite, la piattaforma destinata ai designer under 35, che lo scorso anno ha festeggiato il suo 20esimo anniversario.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Alain Gilles

Lampadari che sembrano deliziosi cappellini per signora anni 50, divani incrociati per migliorare intimità e conversazioni: gli oggetti di Alian Gilles sono sempre indovinati, divertenti e dalle linee assolutamente essenziali. Anche gli abbinamenti cromatici sono perfetti, mai eccessivi ma vivaci e vitali.

Questa edizione del Salone del Mobile di Milano vedrà tra gli altri i nuovi lampadari BuzziHat e il divano BuzziSpark per Buzzispace, la fragment Table per Bonaldo e le sedie e ltavola outdoor Wicked per Vincent Sheppard.

Courtesy Photo
Courtesy Photo

Xavier Lust

I lavori di Xavier Lust sono spesso in bilico tra design e arte, non fanno eccezioni neanche gli oggetti che il noto designer belga presenterà a questa edizione del Salone di Milano.

Tra questi Le Banc un sedile in alluminio curvato disponibile laccato o verniciato in rosso o in bianco, perfetto per l’esterno, una vera ode al senso dell’essenziale, progettato per MDF Italia.

Dal gusto lussuoso e minimalista invece la collezione per Nilufar Depot in ottone lucido e dai dettagli quasi organici: un tavolo dalla base che ricorda il ceppo di un tronco, la console concava che ricorda una foglia che si chiude in se stessa e il bench forato Continent creato al confine tra arte, design e alto artigianato.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo
Courtesy Photo

I giovani designer belgi

Il SaloneSatellite, che ha permesso a grandi nomi del design belga come Matali Crasset, Nendo, Front o Xavier Lust di muovere i loro primi passi nell’universo del design internazionale, oggi più che mai costituisce un trampolino di lancio per i 5 giovani talenti presentati congiuntamente da Fiandre, Vallonia e Regione brussellese.

Amorce Studio

Creato nel 2015 da Vincent Long e William Fournié, Amorce Studio partecipa per la prima volta a SaloneSatellite.

Combinando materiali contemporanei, tecniche artigianali e know-how moderno, Amorce progetta oggetti destinati all’uso quotidiano, dando forma a spazi pubblici e assicurando nei loro lavori una forte connotazione sociale. I lavori realizzati coniugano semplicità, purezza e poesia. Lo studio pone l’enfasi sullo scaffale modulare Rack e sullo sgabello in feltro Amar.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Samuel Arnaud

Gewoon David

Il designer belga presenta la Table Hulot un tavolino quasi magrittiano nel suo look surreale. Un mobile non-mobile, costituito da un enorme piatto in ceramica che con l’aggiunta di quattro zampe di legno e metallo rosè si trasforma in un tavolino.

Il designer lo descrive bellissimo e utile specialmente ‘all’ora di pranzo’.

Burp

Leila Boukhalfa

Rope è una corda azzurra con una lunghezza di 60 metri e un diametro di 30 centimetri. È sproporzionata e, di conseguenza, ha perso la sua funzione ma è una corda che viaggia nella speranza di ritrovare un senso.

Nel suo peregrinare, Rope ha già scoperto una chiara utilità: è divenuta un fantastico oggetto di divertimento.

Residente a Bruxelles, Leila Boukhalfa è attiva soprattutto nelle arti sceniche e si contraddistingue per il ricorso a materiali insoliti e per le sue numerose opere su tessuto.

Igorr
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Laurent Verly

Dopo il successo riscosso alla sua prima esperienza al SaloneSatellite dello scorso anno, Laurent Verly continua a realizzare oggetti prendendo spunto dalla vita quotidiana.

Guidato dallo spirito di osservazione e dalla curiosità, il designer crea oggetti che presentano le stesse caratteristiche: oggetti multifunzionali, adattabili, partecipativi e ludici.

Il nuovo progetto dÖt, tanto estetico quanto pratico, è un sistema di fissaggio a parete, pensato per diversi usi: domestico, collettivo e urbano.

Laurent Verly

PaulinePlusLuis

Un duo formato da Pauline Capdo e Luis Bellenger. Il loro lavoro si basa sull’osservazione di oggetti, fenomeni e momenti, che i due interpretano e trasformano. Si ispirano a forme già presenti nel nostro ambiente, riunendole e trascrivendole nei loro oggetti.

Grazie a questo approccio, i loro prodotti danno l’impressione di un déjà-vu, rimandano a storie e momenti passati e conferiscono una dimensione poetica alla produzione industriale.

Per la loro terza partecipazione al SaloneSatellite di Milano, proseguono il loro lavoro sulla luce, presentando Luciole, una lampada da pavimento, e Grenadine, una plafoniera.

PaulinePlusLuis

In apertura: BRUXELLES, VALLONIA E FIANDRE INSIEME PER PRESENTARE IL MEGLIO DEL GIOVANE DESIGN BELGA AL SALONE SATELLITE

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
https://pillsbank.org

У нашей организации важный веб портал про направление Купить диплом https://ry-diplomer.com/kupit-diplom-vratcha
У нашей фирмы авторитетный web-сайт , он описывает в статьях про Продать жмых в Черновицкой области http://agroxy.com