7 NOMI DI DESIGNER BELGI DA IMPARARE A PRONUNCIARE ENTRO IL SALONE DEL MOBILE

La piattaforma belga alla design week meneghina non è solo rappresentata da designer noti come Gilles e Lust, ma che da giovani talenti riuniti in un collettivo al Satellite

image
Courtesy Photo

Decisamente ben distribuiti i designer belgi che parteciperanno al Salone del Mobile 2018.

I nomi più importanti veterani del calibro di Alian Gilles e Xavier Lust si faranno facilmente trovare per i loro lavori presso marchi celebri come Buzzi e Bonaldo per il primo e MDF Italia e Nilufar Depot il secondo mentre i giovani talenti prescelti dalle organizzazioni regionali fiamminga, vallona e brussellese presentano il loro meglio nella cornice del SaloneSatellite, la piattaforma destinata ai designer under 35, che lo scorso anno ha festeggiato il suo 20esimo anniversario.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Alain Gilles

Lampadari che sembrano deliziosi cappellini per signora anni 50, divani incrociati per migliorare intimità e conversazioni: gli oggetti di Alian Gilles sono sempre indovinati, divertenti e dalle linee assolutamente essenziali. Anche gli abbinamenti cromatici sono perfetti, mai eccessivi ma vivaci e vitali.

Questa edizione del Salone del Mobile di Milano vedrà tra gli altri i nuovi lampadari BuzziHat e il divano BuzziSpark per Buzzispace, la fragment Table per Bonaldo e le sedie e ltavola outdoor Wicked per Vincent Sheppard.

Courtesy Photo
Courtesy Photo

Xavier Lust

I lavori di Xavier Lust sono spesso in bilico tra design e arte, non fanno eccezioni neanche gli oggetti che il noto designer belga presenterà a questa edizione del Salone di Milano.

Tra questi Le Banc un sedile in alluminio curvato disponibile laccato o verniciato in rosso o in bianco, perfetto per l’esterno, una vera ode al senso dell’essenziale, progettato per MDF Italia.

Dal gusto lussuoso e minimalista invece la collezione per Nilufar Depot in ottone lucido e dai dettagli quasi organici: un tavolo dalla base che ricorda il ceppo di un tronco, la console concava che ricorda una foglia che si chiude in se stessa e il bench forato Continent creato al confine tra arte, design e alto artigianato.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo
Courtesy Photo

I giovani designer belgi

Il SaloneSatellite, che ha permesso a grandi nomi del design belga come Matali Crasset, Nendo, Front o Xavier Lust di muovere i loro primi passi nell’universo del design internazionale, oggi più che mai costituisce un trampolino di lancio per i 5 giovani talenti presentati congiuntamente da Fiandre, Vallonia e Regione brussellese.

Amorce Studio

Creato nel 2015 da Vincent Long e William Fournié, Amorce Studio partecipa per la prima volta a SaloneSatellite.

Combinando materiali contemporanei, tecniche artigianali e know-how moderno, Amorce progetta oggetti destinati all’uso quotidiano, dando forma a spazi pubblici e assicurando nei loro lavori una forte connotazione sociale. I lavori realizzati coniugano semplicità, purezza e poesia. Lo studio pone l’enfasi sullo scaffale modulare Rack e sullo sgabello in feltro Amar.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Samuel Arnaud

Gewoon David

Il designer belga presenta la Table Hulot un tavolino quasi magrittiano nel suo look surreale. Un mobile non-mobile, costituito da un enorme piatto in ceramica che con l’aggiunta di quattro zampe di legno e metallo rosè si trasforma in un tavolino.

Il designer lo descrive bellissimo e utile specialmente ‘all’ora di pranzo’.

Burp

Leila Boukhalfa

Rope è una corda azzurra con una lunghezza di 60 metri e un diametro di 30 centimetri. È sproporzionata e, di conseguenza, ha perso la sua funzione ma è una corda che viaggia nella speranza di ritrovare un senso.

Nel suo peregrinare, Rope ha già scoperto una chiara utilità: è divenuta un fantastico oggetto di divertimento.

Residente a Bruxelles, Leila Boukhalfa è attiva soprattutto nelle arti sceniche e si contraddistingue per il ricorso a materiali insoliti e per le sue numerose opere su tessuto.

Igorr
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Laurent Verly

Dopo il successo riscosso alla sua prima esperienza al SaloneSatellite dello scorso anno, Laurent Verly continua a realizzare oggetti prendendo spunto dalla vita quotidiana.

Guidato dallo spirito di osservazione e dalla curiosità, il designer crea oggetti che presentano le stesse caratteristiche: oggetti multifunzionali, adattabili, partecipativi e ludici.

Il nuovo progetto dÖt, tanto estetico quanto pratico, è un sistema di fissaggio a parete, pensato per diversi usi: domestico, collettivo e urbano.

Laurent Verly

PaulinePlusLuis

Un duo formato da Pauline Capdo e Luis Bellenger. Il loro lavoro si basa sull’osservazione di oggetti, fenomeni e momenti, che i due interpretano e trasformano. Si ispirano a forme già presenti nel nostro ambiente, riunendole e trascrivendole nei loro oggetti.

Grazie a questo approccio, i loro prodotti danno l’impressione di un déjà-vu, rimandano a storie e momenti passati e conferiscono una dimensione poetica alla produzione industriale.

Per la loro terza partecipazione al SaloneSatellite di Milano, proseguono il loro lavoro sulla luce, presentando Luciole, una lampada da pavimento, e Grenadine, una plafoniera.

PaulinePlusLuis

In apertura: BRUXELLES, VALLONIA E FIANDRE INSIEME PER PRESENTARE IL MEGLIO DEL GIOVANE DESIGN BELGA AL SALONE SATELLITE

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Pubblicità - Continua a leggere di seguito




cucina Maris Free by Dror per Franke Riportare la natura in cucina
piastrelle abk group THE NEW FORMS OF WELLNESS

itlas bagni in legno WOOD TOTAL LOOK FOR THE BATHROOM

cesar cucina Il cuore (della casa) è in cucina

https://pillsbank.net

У нашей организации важный веб портал про направление Купить диплом https://ry-diplomer.com/kupit-diplom-vratcha
У нашей фирмы авторитетный web-сайт , он описывает в статьях про Продать жмых в Черновицкой области http://agroxy.com